fbpx

Donatella, Homers dell’Home Restaurant “Ristorante da Doni”, ha preso parte al programma TV Experience per presentare il suo Home Restaurant e una sua ricetta: il suo Farro alla Garfagnana

 

Home Restaurant Hotel dà il via a una nuova entusiasmante iniziativa, la Prima Stagione del nuovo format televisivo HRH Experience.

Dopo il successo della prima puntata con +500.000 visualizzazioni, proseguono le riprese e le messe in onda di Experience.

Ospiti importanti saranno invitati a raccontare le storie e i segreti del loro successo come produttori del settore enogastronomico, come ad esempio Gabriele Bianchi, Migliore Cameriere d’Italia 2019, il Professor Caminiti del Museo del Cibo ed Antonio Morelli dell’antico Pastificio Toscano Morelli. Non mancheranno enologi, chef e altri testimonial.

 

Il nuovo format televisivo oltreché un modo di valorizzare il territorio italiano, la sua storia e le sue filiere produttive, ha lo scopo di offrire uno spazio dedicato ai membri della Community di Home Restaurant Hotel. In ogni puntata, infatti, un Homers iscritto alla piattaforma ci farà scoprire “dal vivo” il suo Home Restaurant e una delle sue preparazioni culinarie.

Conosciamo meglio Donatella! Ecco a voi la sua intervista.. Buona Lettura!

 

Ciao Donatella! Raccontaci qualcosa di te e del tuo Home Restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

Mi presento! Sono Donatella Toscana doc, nata a Lucca e vivo a Lucca da sempre. Amo tantissimo la mia città e la campagna in cui vivo. Vivo nel borgo delle Antiche Camelie della Lucchesia, zona molto nota per la produzione di un olio fantastico, l’olio delle colline dei monti pisani, famosi anche per la produzione del tè ricavato dalle foglie delle camelie. Vi premetto che non ho nessun titolo di studio riguardo alla culinaria, quello che so fare l’ho imparato dalla mia mamma e dalla mia nonna Gina, una donna che riusciva con pochissimi semplici ingredienti a realizzare piatti molto gustosi. In più ho aggiunto il mio amore e la mia passione.

 

Quali sono le caratteristiche della tua cucina?

Prediligo prodotti freschi, di stagione e del mio territorio, in particolare acquistati da produttori locali.

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

 

Il mio piatto forte è che va bene in tutte le stagioni è sicuramente il farro alla garfagnina.

 

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

 

Amo cucinare piatti tipici lucchesi e prediligo il km0 perché conoscere la qualità e la provenienza dei prodotti permette la buona realizzazione dei piatti.

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

 

La criticità è che in Italia non abbiamo ancora l’idea di fare una cena a casa di persone non conosciute perché sembra di violare la vita privata della persona che ti ospita. Mentre l’aspetto positivo è che il turista ha la possibilità di degustare piatti tipici con prodotti locali e coltivati in loco e quindi di gran gusto.

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

 

I social media, secondo il mio parere, hanno un notevole impatto, sopratutto sulle nuove generazioni, ed è un buon sistema di conoscenza. Io però al momento ho solo un account privato di Facebook.

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

 

Per quanto riguarda le questioni fiscali cercherei di muovermi da sola. I miei spazi sono a norma, perché la mia casa è strutturata già anche per chi possiede un handicap, e sono previste pulizie giornaliere.

 

Molti sostengono che gli Home Restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti della ristorazione classica, cosa ne pensi? Quali credi siano le principali differenze tra un Home Restaurant ed un Ristorante classico?

 

Impossibile, sono due realtà diverse. In un Home Restaurant accogli solo poche persone, e per tre giorni la settimana, mentre un ristorante ha un altro tipo di lavoro. Un Home Restaurant è come mangiare in famiglia!

 

Per te questa attività cosa rappresenta?

 

Innanzitutto una grande passione, un sogno che ho da tanto tempo chiuso in un cassetto, e poi anche una fonte di guadagno perché sono disoccupata da un po’ di anni.

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Per chi ama cucinare, è un’ottima opportunità per farsi conoscere e divertirsi.

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al suo home restaurant lo faresti?

Subito!

 

Grazie Donatella per l’intervista! Complimenti per il progetto e buon lavoro!

Vuoi provare la cucina di Donatella?

Clicca QUI e scopri il suo annuncio!

 

home restaurant hotel

 

 

 

Vuoi restare aggiornato sulle ultime novità dal mondo del Social Eating? Segui Home Restaurant Hotel su Facebook!

Author: Supporto HRH