fbpx

Home Restaurant Hotel dà il Benvenuto a Maria Elena e al suo Home Restaurant Lusimamà

Ecco a voi la sua intervista.. Buona Lettura!

 

Raccontaci qualcosa di te e del tuo Home Restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?


È un’idea che avevo da tanto tempo; la voglia di condividere il mio giardino, la mia cantina, e il piacere di cucinare le mie specialità per le persone, mi hanno convinta ad intraprendere questa nuova esperienza.

 

Caratteristiche della tua cucina?


La mia cucina si basa sul km0. Utilizzo prevalentemente legumi, verdure, frittelle, frittate, grigliate di carne e di pesce.

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?


La parmigiana di melanzane e le zuppe di legumi.

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?


È sicuramente il miglior tipo di cucina che conosco.

 

 

Una riflessione sul ruolo degli Home Restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?


È sicuramente un modo più semplice per fare ristorazione, con grandi potenzialità future, soprattutto nei nostri territori, dove l’accoglienza fa da padrona. Per quanto riguarda le criticità forse la mancata possibilità di operare durante tutta la settimana.

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?


Il mio account è in fase di realizzazione, e ritengo che oggi il loro utilizzo sia fondamentale.

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?


Per quanto riguarda l’immobile è fondamentale avere una casa ordinata, dà più garanzie di sicurezza igienico-sanitaria. Per quanto riguarda l’aspetto fiscale, ovviamente, non è paragonabile a quello di un ristoratore, avendo un minor numero di coperti disponibili.

 

 

Molti sostengono che gli Home Restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un Home Restaurant.


Negli Home Restaurant il cliente si deve fidare totalmente del padrone di casa. Il fatto di non poter cambiare il menu durante una cena può sembrare allettante. Al ristorante invece il cliente ha il diritto di chiedere variazioni nel menu. Negli
Home Restaurant si instaura un rapporto di complicità tra ospite e padrone di casa.

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…


Principalmente una passione, poi il resto a seguire.

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?


È ancora presto per me per dare consigli in merito, vediamo col tempo!

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

 

Probabilmente sì.

 

Grazie Maria Elena per l’intervista!

 

Vuoi provare il menu casalingo dell’Home Restaurant Lusimamà?

SCOPRI DI PIÙ

 

 

home restaurant hotel

 

Author: Supporto HRH