fbpx

Home Restaurant Hotel dà il Benvenuto a Maria Paola, nuovo iscritto alla nostra Community e titolare dell’Home Restaurant Il piatto del desiderio in Lunigiana e dintorni

Ecco a voi la sua intervista… Buona Lettura!

 

Raccontaci qualcosa di te e del tuo home restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

 

Da sempre con la mia passione per la cucina, quando ero nel mondo del lavoro, che non riguardava la ristorazione, mi sfogavo organizzando cene per gli amici. Con gli anni ho cercato di affinare sempre più tecnica e conoscenza frequentando corsi e anche una scuola con un professore che si è poi specializzato in cucina molecolare. Per dieci anni ho gestito un albergo con cucina e nonostante ci fosse una cuoca ho sempre cercato di intrufolarmi in cucina. Oggi in pensione in una regione lontano dai miei amici sento ancora la voglia di cucinare e quindi ho pensato di lanciarmi in questa avventura per poter ancora esprimere le mie capacità ed avere un ospite da coccolare.

 

Caratteristiche della tua cucina?

 

La mia è una cucina tradizionale. Da mia nonna veneta ho imparato la passione per le cotture a fuoco lento che esprimono piatti succulenti, mentre dalla mia regione, il Piemonte, ho imparato la passione per la varietà infinita degli antipasti, le paste ripiene come gli agnolotti e la carne, sua maestà la Fassona. Oggi vivo in Lunigiana e la sua cucina tra terra e mare è una grande fonte di ispirazione.

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

 

Sicuramente gli antipasti classici come il vitello tonnato alla moda antica, oppure i classici agnolotti, e poi un po’ di innovazione con i ravioli al tartufo liquido.

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

 

Penso che sia un percorso fondamentale per dare un servizio veramente impeccabile.

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

 

Le potenzialità sono sicuramente quelle di conservare la cucina casalinga. I piatti della nonna, di famiglia, nelle ricette della tradizione di una regione ogni famiglia ha la sua ricetta, tutte queste diversità rischiano di perdersi nelle codifiche delle ricette.
Le criticità possono risiedere nella continua voglia da parte del legislatore di codificare tutto, penso che questo mondo possa esistere solo se viene gestito veramente come un incontro tra amici.

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

 

Non ho ancora un profilo per la mia attività, ma potrebbe essere utile. Il tempo dipende sicuramente dalla pratica che si ha .

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

 

Non conosco a sufficienza la materia per rispondere a questa domanda.

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

 

Penso che siano due esperienze molto diverse. Per andare a mangiare casa di qualcuno bisogna aver voglia di instaurare un tipo di rapporto completamente diverso da quello che si può trovare in un ristorante, almeno lo spero.

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

 

Principalmente una passione.

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Non saprei ancora, avrei bisogno io di consigli.

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

 

Sì certo!

 

 

Grazie Maria Paola per l’intervista! Complimenti per il progetto!

Vuoi scoprire il menu dell’Home Restaurant Il piatto del desiderio in Lunigiana e dintorni?

CLICCA QUI!

 

 

home restaurant hotel

 

Author: Supporto HRH