fbpx

Home Restaurant Hotel dà il benvenuto a Monica e Diego e al loro Home Restaurant Cibus in Tabula!

Raccontateci qualcosa di voi e del vostro home restaurant: perché avete scelto di intraprendere questa attività?

Siamo una coppia che per lavoro è vissuta molto all’estero (Monica in Cina e Diego a Santo Domingo). Lavoriamo da anni nel mondo del turismo e dell’accoglienza, in particolare in Costa Azzurra. Con questo progetto intendiamo raccogliere le nostre esperienze ventennali nel settore ludico, turistico e ristorativo con un nuovo concept, aggiungendo al rispetto per la tradizione culinaria mediterranea, degli spunti moderni ed internazionali.

 

Caratteristiche della vostra cucina?

La nostra cucina è quella legata alle tradizioni, ad una ricerca continua dei prodotti locali che meglio si abbinano per le nostre ricette, con alcuni guizzi di modernità ed originalità provenienti dalle nostre esperienze estere.

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la vostra cucina?

Le tagliatelle 8 file, un piatto fortemente tradizionale con l’aggiunta di una farina di mais “antica” che dona consistenza e colore alla struttura della pasta

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa ne pensate del km0 e della cucina tipica locale?

Siamo convinti sostenitori dell’utilizzo di materie prime scelte, il più possibile legate al territorio. La cucina tipica locale è , in un Paese come l’Italia, un elemento essenziale per valorizzare il concetto di home restaurant.

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

Riteniamo che gli Home Restaurant siano una grande opportunità per i ristoratori, un modo per far conoscere le molteplici realtà e le imperscrutabili differenze della nostra cucina tradizionale. Una grande opportunità per gli ospiti, che possono godere di un ambiente privato e confidenziale, scegliendo il menu più adeguato per l’occasione.
Il concetto di Home Restaurant ha enormi potenzialità se sviluppato con professionalità e competenza, le criticità che potrebbero insorgere, se non monitorati e gestiti in modo corretto, sono: l’improvvisazione e la scarsa qualità, con conseguente abbassamento del livello percepito dal cliente finale

 

 

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se avete un profilo con la vostra attività: gestite direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

I social media sono un canale imprescindibile per promuovere la propria attività, sia a livello di redditività diretta (prenotazioni) che di redditività percepita (immagine). Gestiamo direttamente i profili legati alle nostre attività del settore turistico e dell’accoglienza, il tempo richiesto è mediamente di un’ora al giorno.

 

 

 

Avendo la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come strutturereste le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

Per noi sono essenziali le norme igenico-sanitarie. La normativa fiscale dovrebbe essere proporzionata al fatturato prodotto ed alla periodicità dell’attività. Per noi l’Home Restaurant, trattandosi di un nuovo format , dovrebbe godere di agevolazioni fiscali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensate? Descrivete le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

Si tratta di due mercati completamenti diversi. In un Home Restaurant parliamo di ospite, colui che cerca un’esperienza culinaria programmata: scelta del menu in anticipo e cura dei dettagli. Mentre colui che frequenta un ristorante, può scegliere al momento cosa mangiare e senza nessuna programmazione. A nostro avviso non c’è sicuramente nessun tipo di concorrenza sleale.

 

Per voi questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

Questo tipo di attività è fondamentalmente una passione, un voler far conoscere agli ospiti la propria storia, un percorso legato al cibo.

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Passione, fantasia e creatività. Credere in quello che si propone

 

 

 

Volendo, avviereste un’attività di b&b collegata al vostro home restaurant lo faresti?

 

Si, attualmente stiamo già gestendo un b&b, sarebbe bello poter integrare le due realtà

 

 

 

 

 

Vuoi provare l’Home Restaurant Cibus in Tabula?

Scopri di più!