fbpx

Home Restaurant Hotel dà il benvenuto a Antonio e al suo Home Restaurant Sweet Escape!

 

Raccontaci qualcosa di te e del tuo home restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

Per offrire piatti genuini e fare scoprire sapori ormai “persi” nel tempo, legati alla vecchia tradizione.

 

 

 

Caratteristiche della tua cucina?

La mia cucina si contraddistingue per l’uso d’ingredienti di alta qualità a Km0. Selezioniamo attentamente i nostri fornitori e la maggior parte degli ingredienti utilizzati sono autoprodotti.

 

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

Il nostro tagliere di formaggi e salumi. Provengo da una famiglia che gestisce da oltre 60 anni, un piccolo caseificio artigianale. Siamo sicuri che i nostri latticini siano difficili da trovare altrove.

 

 

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

E’ sicuramente ciò che proponiamo e prediligiamo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

C’è troppa confusione, servirebbe una normativa chiara.

 

 

 

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

I social media sono fondamentali per questo tipo di attività. Il profilo lo gestisco automaticamente, facendomi aiutare ogni tanto dai miei collaboratori.

 

 

 

 

 

 

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

Non me ne intendo di queste cose. L’unico vincolo che metterei è un corso di HACCP. Credo che quando si maneggia del cibo sia importante stare attenti a ciò che si tocca per evitare contaminazioni.

 

 

 

 

 

 

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

Credo che un Home Restaurant non potrà mai competere con un ristorante a livello di coperti. Parliamo di attività differenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

Un hobby divertente. Offre la possibilità di conoscere gente nuova e migliorare le abilità culinarie.

 

 

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Di rivolgersi a categorie del settore e di informarsi bene a livello normativo per evitare sanzioni.

 

 

 

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

Certamente.

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi provare l’Home Restaurant Sweet Escape?

Scopri di più!