fbpx

Home Restaurant Hotel dà il benvenuto a Ivan e al suo Home Restaurant Casale Guarracino!

Raccontaci qualcosa di te e del tuo home restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

Siamo Ivan e Rosaria Guarracino, abbiamo alle spalle un lungo percorso di esperienze lavorative nel settore della ristorazione e dell’accoglienza. Abbiamo deciso di intraprende questa attività per l’amore che nutriamo per il nostro territorio, la sua identità, la cucina e l’ospitalità. Sin da piccolo ho coltivato con cura la mia profonda passione per la cucina, culminata nel diploma di Addetto ai Servizi della Ristorazione nel 1996 all’Istituto alberghiero di Vico Equense, avendo come Maestro di Cucina il padre di un noto Chef.

 

 

Caratteristiche della tua cucina?

Per me la cucina è passione e creatività, i miei menu nascono dall’amore per il territorio e per i suoi prodotti, dalla loro naturalezza e dalla loro stagionalità. Abbino il piacere del gusto a quello della vista, per deliziare i nostri ospiti.

 

 

 

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

Non è facile scegliere un solo piatto, penso che l’intero menu rifletta a pieno la personalità della mia cucina, non dimenticando la Pizza!

 

 

 

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

Oggi giorno è fondamentale per una cucina tradizionale proporre prodotti a Km0 sfruttando la stagionalità. Il nostro Casale è circondato da un grande giardino con tipiche terrazze Sorrentine su più livelli, vicino alla cucina c’è il nostro orto a cui ci dedichiamo con grande passione, dove coltiviamo le nostre erbe aromatiche, gli agrumi e la maggior parte delle verdure e degli ortaggi che proponiamo nei nostri menu.

 

 

 

 

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

Sebbene l’Home Restaurant sia ancora poco noto nel nostro Paese, e quasi sconosciuto nella penisola Sorrentina, trovo che sia la modalità ideale per gustare una cena o un pranzo, ma anche eventi più complessi, con la cura e l’attenzione che solo in questo caso si può offrire. Trovo che sia una criticità la limitazione relativa ai  tre giorni di apertura settimanale.

 

 

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

I social media sono il primo canale pubblicitario. Sicuramente farò un profilo social per l’attività che cureremo: come facciamo per ogni dettaglio del nostro casale. Oltre alla cucina, preferisco dedicarmi all’orto e soprattutto all’acquisto delle materie prime.

 

 

 

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

Non saprei proprio rispondere su come regolamentare l’attività di Home Restaurant. Fiscalmente aprendo una partita IVA non vedo problemi pagando allo stato le dovute tasse. Per la questione igienico sanitaria non ho dubbi, bisogna avere le stesse sicurezze alimentari di un normale ristorante e seguire le regole HCCP scrupolosamente.

 

 

 

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

Non penso ci sia concorrenza, sono concetti di ristorazione completamente diversi. In un Home Restaurant trovi più tranquillità, essendo limitato il numero di ospiti rispetto alle grandi sale dei ristoranti. La differenza principale è la gestione del locale, in un Home Restaurant è rappresentata dal proprietario che ci mette più attenzione e coccola i propri clienti. L’ambiente in un Home Restaurant è più familiare rispetto ad un ristorante dove non sempre il personale è professionale nei confronti degli ospiti, soprattutto se stranieri.

 

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

Quest’attività rappresenta il sogno nel cassetto della mia famiglia. Al momento si tratta di un secondo reddito ma spero che diventerà primaria perché la cucina per me è arte e passione e voglio dedicarmi completamente al mio casale.

 

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Essere ospitale, passione per la cucina ed una buona pagina social.

 

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

Si è previsto entro marzo 2021, apriremo 3 camere stupende e panoramiche per i nostri ospiti.

 

 

 

 

 

 

Vuoi provare l’Home Restaurant Casale Guarracino?

Scopri di più!

 

 

Author: Supporto HRH