fbpx

Home Restaurant Hotel da il Benvenuto a Natale, nuovo iscritto alla nostra Community e titolare dell’Home Restaurant e B&B “Giardino 21 Marzo”

Ecco a voi la sua intervista… Buona Lettura!

 

Ciao Natale! Raccontaci qualcosa di te e del tuo Home Restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

 

Sono cresciuto con i piatti di tradizione contadina cucinati da mia madre, avendo un giardino che ci dona olio di oliva, limoni, arance, ortaggi di tutti i tipi…pomodori in primis dai quali conserviamola salsa in vetro per l’inverno. Avendo un B&B ho anche già fatto per alcuni anni Cooking Class con gli ospiti prendendo i prodotti dal giardino e cucinandoli.

 

Quali sono le caratteristiche della tua cucina?

 

Uso i prodotti del mio giardino appena raccolti per le ricette più tipiche del nostro territorio, e stando anche vicino al mare adoro i piatti a base di pesce.

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere appieno la tua cucina?

 

Sicuramente due primi: lo spaghettino all’acqua di limone con provolone del monaco ed il mezzo pacchero con gamberi rossi, datterini gialli e rossi e rucola selvatica

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere appieno la tua cucina?

 

Sicuramente due primi: lo spaghettino all’acqua di limone con provolone del monaco ed il mezzo pacchero con gamberi rossi, datterini gialli e rossi e rucola selvatica

 

Cosa ne pensi del Km0 e della cucina tipica locale?

 

Km0 e cucina tipica sono alla base del mio pensiero, e come dicevo li metto personalmente in pratica usando prodotti base coltivati direttamente nel mio giardino.

 

Una riflessione sul ruolo degli Home Restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

 

L’Italia è il paese con la più grande biodiversità al mondo, bisogna sfruttare questa ricchezza anche nel settore dell’Home Restaurant vista l’enorme varietà di prodotti e ricette presenti nelle singole regioni e località.

 

 

 

 

Parliamo di Social Media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari Social Media? Hai un profilo della tua attività? Gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

 

Ho un profilo social del mio B&B che gestisco personalmente con discreti risultati.

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di Home Restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

 

Mi affiderei a dei professionisti in materia.

 

Molti sostengono che gli Home Restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti della ristorazione classica, cosa ne pensi? Quali credi siano le principali differenze tra un Home Restaurant ed un Ristorante classico?

 

Gli Home Restaurant sono ancora pochi in termini numerici e soprattutto poco conosciuti per poter parlare di concorrenza, credo che la differenza principale a favore degli Home Restaurant la possa fare la qualità dei prodotti di base usati.

Per te questa attività cosa rappresenta?

 

Per me l’attività di Home Restaurant è una passione ed un secondo reddito rispetto a quello del B&B.

 

Hai dei consigli per chi come te volesse iniziare un’attività di Home Restaurant?

 

Sicuramente cucinare insieme agli ospiti spiegando la ricetta e far toccare con mano la freschezza e la qualità dei prodotti usati garantisce un’esperienza stimolante e positiva per tutti i partecipanti!

 

Se potessi avviare un’attività di B&B collegata al tuo Home Restaurant lo faresti?

 

E’ proprio quello che sto provando a fare!

 

Grazie Natale per l’intervista!

 

 

Ti trovi in Campania? Prova l’esperienza di Social Eating proposta dal nostro Homer!

 

home restaurant hotel

Author: Supporto HRH