Se oggi vuoi proporre il social eating a casa tua, i costi da affrontare sono principalmente quelli della spesa. Se chi apre deve mettersi a fare i calcoli al centesimo, si rischia risparmi sui prodotti. A scorrere i menù delle piattaforme si trova di tutto: molte ricette semplici, altre elaborate. Sta a chi prenota giudicare il rincaro e la proposta sulla serata.

Ai costi della spesa bisogna aggiungere le utenze di gas e luce straordinarie, forse stoviglie una tantum. Per accedere ai portali da cui ottenere le prenotazioni, in Italia www.homerestauranthotel.it è leader del settore, al momento gratis i primi 2 mesi per l’annuncio o 1500 euro piu iva per l’utilizzo del Marchio.

 

Da Settembre ci si potra iscrivere gratis al 5% di commissione come b&b ed in abbonamento a 9.9 euro come home restaurant o cuoco a domicilio.

Da settembre i costi della licenza saranno di 4000 euro piu iva, il vantaggio è che puoi utilizzare il Marchio Home restaurant Hotel in qualsiasi portale di b&b ed competere con un brand che offre maggiori servizi. Per i franchisor la commissione è del 2 % per i primi 3 anni. Allo scadere dei 3 anni si rinnova annualmente a 150 euro piu il 2%, il rinnovo sarà annuale ed il marchio utilizzabile anche in Europa.

www.homerestauranthotel.it/franchising


 

Author: Gaetano