In merito al comunicato stampa di Fipe del 20 marzo 2019 : https://www.fipe.it/norme-impresa/circoli-privati-e-sagre/news-circoli-privati-e-sagre/item/6299-stato-dell-arte-sulla-disciplina-degli-home-restaurant.html?format=html

 

Si ricorda alla FIPE che, in base a quanto ribadito dal Ministero dell’Interno in data 1 febbraio 2019, se l’attività di Home Restaurant è diretta a particolari soggetti ed è svolta occasionalmente, allora essa non sarà assoggettata alla disciplina dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande. In caso contrario e quindi se rivolta a un pubblico indistinto, sebbene esercitata occasionalmente, essa sarà classificata come somministrazione di alimenti e bevande. E ciò in considerazione del fatto che «anche se i prodotti vengono preparati e serviti in locali privati coincidenti con il domicilio del cuoco, essi rappresentano comunque locali attrezzati aperti alla clientela».

Pubblicato su Il sole 24 ore del 14 febbraio 2019  a Pagina 28

 

http://www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/il-condominio/2019-02-13/controlli-soft-home-restaurant-200532.php?uuid=ABwAcxTB