La toscana è una delle regioni che “frequenta” con più piacere la realtà del social eating; oggi è giunto il momento di espandere questa già grande famiglia con la meravigliosa realtà di Cortona. Luca infatti, appassionato del settore , ha deciso di mettere a disposizione tutta questa passione e qualità al servizio dei suoi ospiti. La sua location l’ha chiamata “La tana del Vegano” dove Luca appunto presenta su tavola tutta la genuinità del mangiar sano. Nel suo caratteristico home restaurant  mette in tavola tutta la tradizione e l’unicità delle pietanze toscane con cacciagione, salumi di propria produzione, maiale e manzo bio a km0. (In pochi sanno infatti che i primi veri vegani gli animali li mangiavano, perché mossi dalla giusta idea di nutrirsi di esseri viventi che avessero condotto un’esistenza più che dignitosa e qualitativa non passando per l’orrore e la bassa qualità degli allevamenti intensivi) Luca propone quindi genuinità e qualità in tavola attraverso la formula della condivisione, mettendo la cultura dei suoi luoghi e il suo credo all’interno delle pietanze per i suoi ospiti. Tutto questo nella rarità estetica di una delle mete turistiche più ricercate in Italia. Cortona infatti, nella quale Luca svolge la sua attività di home restaurant, è un piccolo ma meraviglioso borgo toscano in provincia di Arezzo, al confine con la regione umbra, ha circa un totale di 22 mila abitanti ed il principale centro culturale e artistico della rinomata Val di Chiana aretina. La sua storia ha radici profondissime ed è da ricondurre a quella millenaria della cultura Etrusca. Famoso è il rinascimento cortonese che si esprime sotto le opere d’arte di pittori come Luca Signorelli e Pietro Berrettini nonché di grandi architetti come Francesco di Giorgi Martini. Frequentato dagli appassionati di tutto il mondo è il Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona come anche il teatro Signorelli centro di tutti gli aventi più importanti. Le vie della città fanno immergere i turisti di ogni dove in un ‘inimitabile atmosfera dal sapore medievale (periodo di grande espansione di Cortona) e rendono questo meraviglioso paese un eccellenza a 360° che ha spinto anche molti registi e fotografi a sceglierlo come set ( tra questi anche lo stesso Benigni con le riprese de “La Vita è Bella”) mentre con il “ Cortona on the Move” abbiamo uno dei più importanti festival della fotografia a livello internazionale che attira a se nel suo periodo di attività migliaia di appassionati. Edifici medievali, vicoli stretti e acciottolati, piccole botteghe artigiane e trattorie tipiche cortonesi  aspettano ogni anno migliaia e migliaia di turisti da tutto il mondo. Non resta che farsi avanti e visitare anche voi le eccellenze del borgo medievale toscano.

Author: Gaetano