La Cucina Campana, esportatrice del Made in Italy nel mondo…

La cucina della Campania ed Il Consorzio Gragnano Città della Pasta fiore all’occhiello del Made in Italy nel mondo
La Campania ha tradizioni culinarie con radici profonde che si fondano su ricchi prodotti agroalimentari sia di terra che di mare.
Ma c’è una certezza: quello che  non mancherà mai sulla tavola di un tour gastronomico in Campania è un buon piatto di pasta!
I condimenti tipici campani sono particolarmente ricchi e saporiti. Troviamo il famoso ragù napoletano, sugo di carne cotto a lungo fino a diventare denso e avvolgente, ma anche tanti condimenti freschi e veloci, cucinati in modo semplice facendo saltare in padella frutti di mare, verdure fresche e ottimo olio extravergine di oliva.

In ogni caso la protagonista e’ sempre lei, la pasta.

La pasta di qualità e’ quella che, nel processo produttivo mediante sistemi tradizionali, conserva il germe di grano, un concentrato di sostanze nutritive.
La pasta migliore d’Italia e’ sempre arrivata dal sud della nostra Penisola, soprattutto dalla Campania.
Il grano del sud è riconosciuto avere una qualità superiore grazie ai terreni, al clima e alle metodologie di coltivazione.

Gragnano e l’eccellenza italiana

Gragnano sorge in posizione panoramica tra il mare ed i Monti Lattari.
Dei pastifici gragnanesi si parla per la prima volta alla fine del 1500.
Nel 1845 le nuove tecnologie permettono finalmente un processo di essiccazione per ottenere una pasta di altissima qualità e facilmente commerciabile.
Ed è proprio nel 1845 che Ferdinando II di Borbone riserva ai gragnanesi il privilegio di fornire la corte di tutte le paste lunghe.
Dopo il boom dell’800, degli oltre 100 produttori al 900 ne arrivarono solo una manciata.
Oggi l’Oro Bianco di Gragnano è una storia di successo tutelata anche dal marchio IGP.
Il Consorzio Gragnano Città della Pasta riunisce 14 aziende produttrici che realizzano 3500 quintali di pasta al giorno, molta della quale destinata all’esportazione in tutto il mondo.
I formati prodotti sono circa una cinquantina e non hanno rivali nell’assorbire i sughi cremosi e le salse più leggere .

I paccheri

I paccheri, giganti nella forma e nel gusto, possono essere lisci o rigati e trattengono molto bene i sughi. Sono anche molto versatili a adatti anche alle preparazioni della cucina povera. Home Restaurant Hotel vi propone la ricetta dei pacchetti allo Scarpariello

La Ricetta dei Paccheri allo Scarpariello

Ingredienti per 4 persone:

  • Paccheri 350 gr
  • Pomodorini 500 gr
  • Olio evo q.b.
  • AGLIO 1 spicchio
  • PEPERONCINO q.b.
  • PECORINO 50 gr
  • PARMIGIANO GRATTUGIATO 50 gr
  • BASILICO q.b.
Per realizzare questa semplice e squisita ricetta, dovrete far soffriggere uno spicchio d’aglio in una pentola capace di contenere anche la pasta.
Aggiungete un po’ di peperoncino e unite al condimento i pomodorini tagliati a spicchi.
Lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti con un coperchio.
Cuocete la pasta al dente in abbondante acqua, scolatela bene e versatela nel tegame con i pomodorini, aggiungete parmigiano e pecorino grattugiati.
Amalgamate bene tutti gli ingredienti facendo saltare la pasta per qualche secondo a fiamma viva.
In ultimo aggiungete qualche fogliolina di basilico, e poi gustatevi tutto il buono della semplicità!

Author: Supporto HRH