Lo Stocco alla Mammolese è un piatto della tradizione calabrese molto antico a base di stoccafisso, cipolle, pomodoro e patate.

Oggi è considerato una prelibatezza, ma in passato era ritenuto il piatto dei poveri: i contadini lo preparavano nella tipica “tiana” di terracotta e lo offrivano ai braccianti in occasione dei lavori duri nei campi visto che lo stoccafisso era considerato un alimento ad alto valore energetico.

Mammola

Curiosità:

Nella regione della Locride è diffusa la tradizione di consumare lo Stocco durante il Venerdì Santo e la Vigilia di Natale.

Lo Stocco è connesso anche ad un’altra tradizione, abbastanza particolare, di usare lo Stocco come regalo rientrando dalle ferie fuori regione.

Ogni 9 Agosto, dal 1978, si svolge a Mammola la Sagra tradizionale dello Stocco.

Ingredienti:

  • 1 kg di Stocco di Mammola “spugnato” (ossia ammollato)
  • 1 kg di patate 
  • 1 kg di salsa di pomodoro 
  • 1 cipolla rossa di tropea
  • 4 peperoncini 
  • Olive q.b.
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.
  • 1 cucchiaio di capperi 

Procedimento:

Inizia preparando le patate a spicchi e la cipolla a fettine sottili

In un tegame fai soffriggere nell’olio la cipolla tagliata in precedenza a fette.

Aggiungi la salsa di pomodoro e fai cuocere a fuoco lento per 10 minuti.

Sala e aggiungi alla salsa le patate tagliate a spicchi.

Fai cuocere cosi per qualche minuto ed aggiungi lo Stocco tagliato a pezzi.

Lascia cuocere il tutto a fuoco lentissimo per 20 minuti.

Passato questo tempo, aggiungi le olive e i peperoni e mescolare con molta attenzione per non rischiare che si rompi la polpa del pesce.

Spegni il fuoco e servi dopo aver fatto riposare per qualche minuto.

A piacere si possono aggiungere le ventresche del pesce.

Inviaci la tua ricetta!

Author: Supporto HRH